“Sono Oscar, vengo dai confini del regno e sono uno stalker!”
Solitamente quando giro per l’Italia per raccontare chi sono e cosa faccio uso questa frase che semplifica e chiarisce:
Verbania è lontana, in alto, vicino alla svizzera, e quando mi appassiono ad un progetto d’innovazione digitale non mollo la presa
finché non lo vedo realizzato.

Ho due forte convinzioni:
1. Tecnologia e Cultura sono 2 facce della stessa medaglia, storicamente la tecnologia del tempo è sempre stata lo strumento per diffondere la cultura ( la scrittura è stata tecnologia, la stampa è stata tecnologia, la radio, la tv sono state tecnologia etc. etc.) e la cultura è sempre stato il mezzo per valorizzare la tecnologia fino a farla diventare ovvia, scontata e necessaria, come un elettrodomestico.
2. Quando la tecnologia diventa Elettrodomestico, allora diventa veramente per tutti, e a quel punto il mio compito è finito, sono felice, e posso dedicarmi ad una nuova tecnologia.

Cosa faccio? Molte cose!
Nel 2012 ho vinto Digit@lia4Talent realizzando la prima app sulla donazione del sangue, sono stato membro dell’associazione DigitalChampion e molto altro ancora. Nei fatti sarei un Digital Project Manager, la stragrande maggioranza delle persone crede si tratti di un’etichetta che serve solo a darsi un tono, a me piace immaginarmi come Neo di Matrix: riesce a vedere la struttura dei progetti e fare in modo che tutte le componenti facciano la loro parte perché diventino realtà, probabilmente la verità è che nel dubbio è colpa mia.